“Ballate di rose” 23 maggio 2018 – Museo della Preistoria Graziosi di Firenze

Ballata di rose”

Firenze il 23 maggio 2018 alle ore 19.00

presso il Museo della Preistoria Graziosi di Firenze

in collaborazione con Orto Botanico di e Biblioteca delle Oblate nel contesto di OrtOblate.

 

“Ballate di rose”, un progetto dinamico di botanica, arte contemporanea, poesia, canto, musica, e astronomia, si sviluppa in due tappe tra i piani dello stesso palazzo, la sala conferenze delle Oblate e gli spazi del Museo fiorentino di Preistoria, per dare vita a delle scene dedicate alla storia, alla morfologia e alla simbologia delle rose nella nostra società, con uno sguardo particolare sulla condizione femminile.

Partendo dal libro scientifico “Le Rose in Fila” di Marina Clauser e Franca V. Bessi del Museo di Storia Naturale di Firenze, Edizioni Firenze University Press (FUP), l’iniziativa propone un programma spaziando tra una mostra d’arte contemporanea, varie performance musicali, reading poetici e racconti dal mondo dell’astronomia, avvalendosi di un importante gruppo di artisti, studiosi, poeti, cantanti e attori che contribuiscono, ciascuno a modo suo, all’intreccio di questo fil rouge fatto interamente di rose.

Il progetto ideato da Beth Vermeer è realizzato da Design for Everyday Life, in  collaborazione con l’Orto Botanico di Firenze (Museo di Storia Naturale) la Biblioteca Oblate (nel contesto del programma OrtOblate) e con il Museo fiorentino di Preistoria “Paolo Graziosi”. Partecipano al progetto varie realtà del territorio fiorentino e toscano che invitano alla conoscenza della rosa in materie diverse, come nella cuisine, negli aromi e nel fashion design di accessori. Il programma è scaricabile dal sito e da facebook, con aggiornamenti costanti.

Partner esterni: Calliope Bureau per le Pubbliche Relazioni. Laverna.net, Venezia, per la comunicazione online e social network; Studio Valter Luca De Bartolomeis, Napoli, per l’immagine coordinata; Mediapartner: Aurora International Journal.

Logotipo: Irene Puglisi per Design for Everyday Life, in collaborazione con Laura Peres, Elena Mantovani, Laura Fonsa.